Skip to content
Narrow screen resolution Wide screen resolution Auto adjust screen size Increase font size Decrease font size Default font size blue color orange color green color

CNCA - Friuli Venezia Giulia

Home
CNCA: "il Ddl sicurezza una vergogna per il Paese" PDF Stampa E-mail
Il CNCA chiede modifiche almeno sulla parte che riguarda i "bambini invisibili"
 
Roma, 14 maggio 2009

ROMA - Il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) esprime il proprio sdegno per il testo del disegno di legge sulla sicurezza approvato oggi alla Camera dei Deputati e chiede al Governo di modificare le parti più gravi contenute nel provvedimento, a cominciare da quelle che potrebbero rendere "invisibili" i figli delle persone immigrate residenti in Italia senza permesso di soggiorno.

"Se il Ddl sulla sicurezza passerà al Senato senza modifiche sostanziali", afferma Lucio Babolin, presidente del CNCA, "verrà ricordato come uno dei provvedimenti più vergognosi approvati nel nostro Paese. Il testo viola diverse convenzioni internazionali, se non la lettera certamente lo spirito della nostra Costituzione e senza dubbio elementari principi di un'etica che credevamo condivisa".

"Rassegnandosi alla propaganda e alle follie di una delle forze politiche che compongono la maggioranza", continua Babolin, "il Governo è riuscito in un colpo solo a mettersi contro l'Onu, suscitare scalpore nell'opinione pubblica internazionale, ricevere ripetuti giudizi negativi da parte della Cei e della comunità ecclesiale cattolica, spaccare la sua stessa maggioranza piegata solo grazie al voto di fiducia, mobilitare la società civile più interessata al bene pubblico. Ma, soprattutto, ha contribuito ad attizzare un fuoco di paura e di rabbia che l'applicazione delle norme contenute nel Ddl potrebbe portare del tutto fuori controllo. Tutto questo per far avere alla Lega una manciata di voti in più alle prossime elezioni. Complimenti!".

"Il CNCA invita il Governo a un atto di resipiscenza che farebbe bene a tutto il Paese e anche all'immagine dello stesso Esecutivo", conclude Babolin. "Modifichi le parti del testo più pericolose e indegne come la previsione del reato di clandestinità che comporta, a cascata, numerose conseguenze nefaste e incivili. Il rischio per i bambini nati da persone straniere non in possesso del permesso di soggiorno di divenire ‘invisibili' non è materia di propaganda contraria, ma è stato sollevato qualche tempo fa anche dall'Osservatorio nazionale per l'Infanzia e l'Adolescenza - organismo di nomina governativa presieduto dal magistrato Francesco Occhiogrosso, uno dei principali esperti di diritto dei minori in Italia - in una lettera inviata a Carlo Giovanardi, che nell'Esecutivo ha la delega per la Famiglia. Si eviti almeno questo scempio."

 

Info:
Mariano Bottaccio - Responsabile Ufficio stampa
Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA)
Cell. 3292928070 - Email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - www.cnca.it 

 
< Prec.   Pros. >

  Seguici su

Login

Selezionare Login





Password dimenticata?

"Mettiamoci in gioco"
Campagna nazionale

contro i rischi
del gioco d'azzardo

Scarica i documenti qui:

  

 

Cliccando qui potete trovare tutti i testi pubblicati dal 1982 al 2012 messi a disposizione dal CNCA Nazionale in occasione del Trentennale

Trentennale CNCA:

Rompere Recinti

 

30anni-cnca
 
 
il-gusto-di-essere-famiglia